Logo - Chimica una buona scelta

La chimica 4.0 mette insieme aziende e Imt

Parte un progetto da 2,5 milioni di euro che, mettendo insieme la ricerca universitaria e la sperimentazione fatta da tre aziende toscane, punta a sviluppare un composto chimico altamente innovativo, in grado di rendere più resistenti ai raggi ultravioletti e meno inquinanti le vernici prodotte dall'azienda lucchese Cromology, i tessuti fabbricati dalla pratese Beste, i prodotti per verniciare le barche della viareggina Yacht Pride. 

Il progetto GlycoG Lab 4.0 - che ha ricevuto dalla Regione Toscana un contributo di 980mila grazie al bando Ricerca e sviluppo finanziato con fondi europei - è stato presentato e coordinato da Cromology insieme a Beste e Yacht Pride e conta sulla collaborazione scientifica della Scuola Imt di Lucca, del Consorzio interuniversitario nazionale per la scienza e tecnologia dei materiali Instm e del Laboratorio di materiali polimerici ecocompatibili di Capannori (Lmpe). 

L'obiettivo è far fronte ai problemi relativi alla durabilità e alla ecocompatibilità dei prodotti. La ricerca, secondo la Scuola Imt, è particolarmente innovativa perché introduce metodi di simulazione numerica per la progettazione dei materiali, in linea con gli obiettivi di Industria 4.0. Imt svilupperà lo studio morfologico del materiale realizzato con le attrezzature sperimentali in dotazione al Musam-Lab e produrrà studi di chimica computazionale per la progettazione del grafene funzionalizzato e per la stima della durabilità del materiale, in un'ottica di sostenibilità.
Fonte: Il Sole 24 Ore

MappaPrivacy   
Tutti i diritti sono riservati a Federchimica©2012 via Giovanni da Procida, 11 20149 Milano - C.F. 80036210153