Logo - Chimica una buona scelta

Scoperte molecole di metanolo intorno a Encelado, la luna di Saturno
Ci sono molecole organiche di metanolo intorno a Encelado, la luna di Saturno che sotto i ghiacci nasconde un oceano di acqua liquida potenzialmente adatto ad accogliere la vita.
E' la prima volta che da un telescopio sulla Terra viene osservata una molecola organica vicino a questa luna. La scoperta si deve al gruppo coordinato da Emily Drabek-Maunder, dell'Università di Cardiff, che l'ha annunciata al convegno di astronomia che si è tenuto presso l'Università di Hull, nel Regno Unito.

Individuate grazie al radiotelescopio spagnolo Iram, nella Sierra Nevada, le molecole si formano in seguito alle reazioni chimiche che i materiali dei geyser di Encelado subiscono una volta espulsi nello spazio e non arriverebbero quindi dall'oceano della luna.

 ''I nostri risultati suggeriscono - ha rilevato Drabek-Maunder - che il metanolo osservato sia il risultato di ulteriori reazioni chimiche una volta che il pennacchio viene espulso nello spazio, rendendo improbabile che sia un'indicazione per la vita su Encelado''.
Questa sostanza infatti è uno dei mattoni necessari per la formazione della vita e in passato la sonda Cassini, frutto della missione fra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) l'aveva osservata direttamente nei pennacchi.
Tuttavia le quantità osservate adesso sono maggiori e sono concentrate dall'anello e intorno alla luna.
La scoperta secondo Drabek-Maunder ''dimostra che è possibile osservare molecole su Encelado utilizzando strutture a Terra, ma, per capire la complessa chimica in questi oceani sotterranei, saranno necessarie ulteriori osservazioni dirette da parte di future missioni destinate a esplorare la luna di Saturno".

Fonte ANSA

MappaPrivacy   
Tutti i diritti sono riservati a Federchimica©2012 via Giovanni da Procida, 11 20149 Milano - C.F. 80036210153