Logo - Chimica una buona scelta
Il contratto di somministrazione

Questo tipo di contratto non instaura nessun tipo di rapporto di lavoro diretto tra l’impresa e il lavoratore somministrato, il quale viene assunto dall’agenzia di somministrazione e svolge la mansione presso l’impresa utilizzatrice. Il contratto di somministrazione di lavoro può essere concluso a tempo indeterminato o a tempo determinato. La somministrazione di lavoro a tempo indeterminato è ammessa solo per le attività espressamente individuate dalla legge e dai contratti collettivi. Il contratto di somministrazione di lavoro  a tempo determinato è ammesso per ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo. La recente riforma normativa prevede la possibilità di stipulare contratti di somministrazione di lavoro a tempo determinato “acasuali” a condizione che non siano superiori a 12 mesi; in tal caso però non è prevista nessuna proroga.

Finalità
Far fronte a esigenze aziendali di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o di sostituzione di lavoratori assenti.

Durata/età
Per il contratto di somministrazione di lavoro a tempo determinato non sono previsti limiti di durata del contratto e sono ammesse massimo 6 proroghe. La legge non dispone limiti di età.

Trattamento normativo e economico
E’ sostanzialmente analogo al trattamento previsto per i lavoratori assunti a tempo indeterminato, tranne che per alcuni istituti contrattuali e di legge, come il periodo di prova, per i quali sono previste norme specifiche in base alla particolare natura del contratto.

Formazione
A carico dell’impresa utilizzatrice è previsto l’obbligo di adeguata formazione e informazione in materia di sicurezza, mentre specifiche norme regolano la formazione impartita da parte dell’agenzia fornitrice.

MappaPrivacy   
Tutti i diritti sono riservati a Federchimica©2012 via Giovanni da Procida, 11 20149 Milano - C.F. 80036210153